Intercultura

 

    Le attività di intercultura prevedono un vasto campo di progetti che vanno al   di là del piano didattico-curricolare strettamente inteso e che investono i grandi temi della TOLLERANZA, della SOLIDARIETA’, dell’ ACCOGLIENZA delle diversità, punti-forza del Piano dell’Offerta Formativa

    Durante l’anno scolastico sono organizzati incontri con Enti ed Associazioni di volontariato, sono accolte testimonianze di operatori nel sociale e nei paesi del terzo mondo che servano di stimolo e siano occasione di conoscenza e di approfondimento delle tematiche esposte e motivo di ricerca e di attività sul piano scolastico ed extrascolastico.

     

    L’ambito interculturale include anche contatti con persone ed associazioni straniere invitate a presentare gli usi, le credenze, la vita nei propri paesi di origine, sempre con l’obiettivo di gettare le premesse per un confronto naturale in prospettiva di una educazione pluriculturale. Conoscere è l’unico mezzo per capire, per rispettare, per imparare a convivere, per superare pregiudizi e stereotipi.

     

    • L’alunno straniero in classe non è un fatto episodico, ma un dato normale con inferenze conseguenti di varia natura  
                                
    • La sua presenza è un elemento in più che testimonia la necessità di rimettere in discussione continuamente tempi, metodi, contenuti
       
    • Gli interventi individualizzati esterni alla classe sono importanti per acquisire le strumentalità della comunicazione linguistica, ma devono essere transitori
       
    • L’acquisizione della lingua necessita di rapporti autentici, non “prefabbricati“, quindi uno dei luoghi privilegiati è la classe nel rapporto coi compagni ed insegnanti
       
    • Poiché gli aspetti psicologici ed imitativi spontanei giocano un ruolo primario nell’apprendimento della L2, oltre all’ambiente scolastico, l’extra-scuola rappresenta un momento irrinunciabile per apprendere e rafforzare i meccanismi linguistici e tutto ciò che con essi nasce e si rafforza.
       
    • Data la complessità dell’inserimento dell’alunno straniero sono indispensabili per la scuola rapporti continuativi,secondo schemi di riferimento precisi con Enti pubblici e associazioni di volontariato che operano in tal senso.

    A nostro avviso i vari aspetti dell’ INTERCULTURA non possono disgiungersi da quelli seppur ampi e particolari della EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’